TOMMY TEDONE

Troppi casi di influenza e covid, al Policlinico attivati 30 nuovi posti letto

Trenta nuovi posti di area medica saranno attivati al Policlinico di Bari, attraverso la riorganizzazione delle cliniche generali e specialistiche e l’attivazione di ulteriori posti letto al terzo piano di Asclepios 3, il nuovo padiglione dell’ospedale universitario aperto alcuni mesi fa.

“Questi posti letto – spiega il direttore generale Giovanni Migliore – saranno utili per venire incontro alle esigenze del pronto soccorso che sta fronteggiando un iperafflusso di pazienti affetti da malattie respiratorie stagionali, come l’influenza e il covid, che creano soprattutto nelle persone anziane e fragili scompensi che in alcuni casi possono richiedere alcuni giorni di ricovero e che non possono occupare le aree di emergenza/urgenza”.
Ma la riorganizzazione in corso, che si completerà con l’attivazione di tutti i nuovi posti letto il 20 gennaio, è anche frutto di una pianificazione a lungo termine delle cliniche mediche ospedaliere e universitarie divise tra il padiglione d’Agostino, il padiglione Balestrazzi e il padiglione “Asclepios 3”.
“Continua come previsto – conclude Migliore – l’attivazione graduale delle attività di degenza al nuovo padiglione Asclepios 3, in cui sono già operative una rianimazione, la pneumologia e tutti gli ambulatori della chirurgia vascolare, toracica, cardiochirurgia , cardiologie , pneumologia e il centro ipertensione. Ringrazio tutti i direttori delle unità operative coinvolte e il personale sanitario e tecnico che saranno impegnati in questi trasferimenti. Questa riorganizzazione consentirà una complessiva gestione più efficiente dei pazienti, assicurando cure di alta qualità e riducendo i tempi di attesa”.