TOMMY TEDONE

Trinitapoli, spaccio in pieno centro: sette arrestati

Sette misure cautelari personali, a carico di altrettanti soggetti, sono scattate questa mattina a Trinitapoli con l’impegno di circa 50 carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Barletta-Andria-Trani con il supporto dei reparti specializzati dello Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori Puglia, del Nucleo Cinofili di Modugno e dell’11° Reggimento CC “Puglia”. L’attività trae origine da alcuni interventi effettuati dai militari all’interno del quartiere “UNRRA CASAS” convenzionalmente denominato case maledette di Trinitapoli, che hanno portato al rinvenimento e sequestro – nel novembre 2021 di un consistente quantitativo di sostanze stupefacenti nonché alla segnalazione amministrativa di alcuni acquirenti.

Sulla scorta di tali evidenze investigative, i militari della Stazione Carabinieri di Trinitapoli, hanno intrapreso – proprio dal novembre 2021 – un’attività d’indagine cosiddetta “tradizionale”, coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, dapprima attraverso osservazione, pedinamento e controllo, strumentali ad individuare i soggetti coinvolti nell’attività illecita e le modalità operative utilizzate. Successivamente i militari si sono concentrati sui riscontri all’attività illecita di spaccio nelle zone nevralgiche del quartiere. Le attività investigative – protrattesi fino al marzo 2022 – hanno consentito di accertare altresì una mole considerevole di riscontri, a riprova del fatto che il gruppo criminale abbia continuato ad esplicare la propria attività delittuosa nelle vie di Trinitapoli, senza soluzione di continuità. In particolare nel corso delle indagini sono state riscontrate complessivamente oltre 700 cessioni di sostanza stupefacente deferiti per detenzione ai fini di spaccio 12 soggetti, deferiti 31 soggetti per favoreggiamento personale nonché segnalati all’Autorità competente n.20 individui, divisi tra acquirenti saltuari e abituali. All’esito delle perquisizioni personali e domiciliari svolte dagli operanti, sono state rinvenute due dosi di sostanza stupefacente del tipo hashish per complessivi 1 gr. per le quali si è proceduto alla segnalazione, nonché un fucile balestra privo di marca e matricola, 8 proiettili cal. 9×21 per i quali si è proceduto al deferimento del responsabile per detenzione abusiva di arma.