TOMMY TEDONE

Tragico incidente sul lavoro tra Brindisi e Bari, la Cgil: “Basta, non se ne può più”

“L’ennesimo incidente mortale sul lavoro verificatosi oggi sulla Statale 379 tra Bari e Brindisi, dove hanno perso la vita due tecnici e un terzo versa in gravi condizioni, oltre a suscitare sentimenti sentiti di cordoglio e vicinanza alle famiglie, deve interrogare con forza sulle misure di sicurezza necessarie a tutela la salute e la vita di ogni lavoratore, una regione che nei primi sette mesi del 2023 ha già contato 29 vittime sul lavoro”.

È quanto dichiarano la sfera tria generale della Cgil Puglia, Gigia Bucci, e il segretario generale Fillea Puglia, Ignazio Savino. Agli organi preposti – proseguono i due dirigenti – stabilire il rispetto di tutte le norme di sicurezza. Soprattutto gli interventi su strade e autostrade con restringimenti comunque aperte al traffico sono troppo spesso scenari di incidenti. Quella della sicurezza sul lavoro è una delle priorità in un Paese che conta oltre mille morti l’anno. Rispetto della salute e sicurezza dei lavoratori che è uno dei temi al centro della manifestazione nazionale indetta da Cgil e oltre cento associazioni di impegno civile e sociale per il prossimo 7 ottobre a Roma.