TOMMY TEDONE

Sostegno al reddito, boccata d’ossigeno per i lavoratori del settore turismo

E’ attivo il programma dell’Ente Bilaterale Turismo Puglia, con il patrocinio gratuito dell’Assessorato al Welfare Regione Puglia, con le “Azioni di Sostegno al reddito per i lavoratori del turismo 2024”, finanziato con 500mila euro con fondi privati degli stessi dipendenti e dei datori di lavoro. Sono previsti rimborsi per spese sanitarie per la gravidanza e la prevenzione del tumore, contributi per familiari non autosufficienti a carico e interventi fino al 100% per l’utilizzo del congedo di maternità/paternità e parentale. Vi sono, inoltre, indennità giornaliera per malattia del figlio e rimborsi spese per i figli che frequentano l’asilo e la scuola primaria e borse di studio per quelli diplomati e laureati con percorsi scolastici a indirizzo turistico. Il con il patrocinio gratuito dell’Assessorato al Welfare Regione Puglia.

L’EBT Puglia, organismo paritetico senza fini di lucro, nato in seno alle organizzazioni imprenditoriali ed ai più rappresentativi sindacati dei lavoratori del settore (Faita, Federalberghi, Fiavet, Fipe, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil), riserva questi interventi di welfare ai lavoratori di alberghi, ristoranti, bar, stabilimenti balneari, mense, pasticcerie, gelaterie, campeggi, villaggi, agenzie di viaggio, discoteche, residence, appartamenti di vacanza, annuali e stagionali, dipendenti delle oltre 4mila aziende associate. L’EBT Puglia eroga, inoltre, servizi per la qualificazione professionale e di assistenza per i lavoratori, e servizi di consulenza e assistenza per le imprese.

L’accesso al programma è riservato ai lavoratori e alle lavoratrici, con contratto di lavoro di tipo subordinato, a termine o a tempo indeterminato, delle imprese aderenti all’EBT Puglia in regola con il versamento delle quote associative. I lavoratori interessati possono presentare domanda all’EBT Puglia utilizzando la piattaforma web https://www.ebt-puglia.it/assistenza-lavoratori/. Le richieste saranno accolte in ordine cronologico, fino a esaurimento delle risorse disponibili e, dopo la delibera di ammissibilità, saranno pagate direttamente sul conto corrente bancario indicato dal richiedente.

«Questi interventi di welfare dell’EBT Puglia – dichiara Francesco Caizzi, presidente EBT Puglia e vice presidente nazionale e presidente regionale Federalberghi – oltre a quelli di assistenza e riqualificazione professionale, sono finalizzati a dare più attenzione ai lavoratori del turismo, a motivare i giovani verso una professione diversa e talvolta più appagante. Solo così potremo risolvere i cosiddetti ‘problemi di personale’ che hanno angosciato il sistema negli ultimi anni. Il turismo in Puglia sta vivendo una nuova stagione di interesse nazionale e internazionale. I suoi numeri stanno contribuendo con oltre il 13% al Pil pugliese ma il sistema turistico regionale deve ancora raggiungere una sua maturità che lo porterebbe ad essere un punto primario di riferimento dell’intera economia della regione».
«L’iniziativa di EBT Puglia di prevedere azioni di sostegno al reddito nel 2024, in coerenza con una delle finalità istituzionali dell’Ente, – afferma Marco Dell’Anna, vice presidente EBT Puglia e segretario generale Uiltucs-Uil Puglia – ci consente di fornire una risposta straordinaria ai bisogni ed alle esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori pugliesi, in una fase storica particolarmente delicata per la capacità di tenuta reddituale delle famiglie, messa a dura prova dall’inflazione e dal caro energia, nonché dalle difficoltà di rinnovare il contratto nazionale di settore».