TOMMY TEDONE

Sorvegliato speciale maltrattava la famiglia, confiscati 110mila euro

Il sequestro finalizzato alla confisca di 4 immobili ed una autovettura di lusso per un valore complessivo di circa euro 110.000 è stato disposto dai finanzieri del Comando Provinciale di Barletta nei confronti di un soggetto colpito da misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. per violazione del codice penale a tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, denominata “Codice Rosso”.

La richiesta di sequestro era stata avanzata dalla Procura della Repubblica, a seguito di mirate e capillari indagini, anche di carattere patrimoniale, coordinate dalla Procura e svolte dal Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria della Guardia di Finanza della Provincia BAT, i cui investigatori hanno sviluppato un percorso investigativo mirato a verificare se i soggetti sottoposti a misure di prevenzione personale nel circondario avessero riorganizzato ed incrementato il patrimonio dopo la commissione di delitti contro la persona e di genere. I fatti riguardano un soggetto di Andria, già destinatario di una misura cautelare personale e successivamente sottoposto a misura di prevenzione personale per l’ipotesi di maltrattamenti e atti persecutori contro i familiari, indagato, nel periodo in cui è stato sottoposto al citato provvedimento, per aver omesso le prescritte comunicazioni nella entità e nella composizione in aumento del proprio patrimonio al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Barletta, competente per territorio.