TOMMY TEDONE

Si faccia avanti chi ha aree per celebrare feste e matrimoni: c’è un bando

È in pubblicazione sul sito del Comune di Bari, nell’area tematica Servizi Demografici, a questo link, il disciplinare per la presentazione di manifestazioni di interesse da parte di soggetti pubblici e privati che dispongono di strutture ricettive o immobili di particolare pregio – storico, turistico, estetico, architettonico e ambientale – situati nel territorio comunale, con spazi e locali idonei alla celebrazione di riti civili (matrimoni e unioni civili).

L’amministrazione comunale, in una prospettiva funzionale alla promozione turistica della città e alla crescita degli operatori del settore wedding ed eventi, intende infatti consentire la celebrazione di matrimoni e unioni civili all’interno di luoghi di pregio presenti sul territorio cittadino che dispongano di spazi e locali idonei.

Tutti i soggetti pubblici o privati (persone fisiche o giuridiche) titolari di strutture ricettive o immobili dotati delle caratteristiche previste dall’avviso, potranno concedere in comodato d’uso gratuito, per la durata di cinque anni, locali idonei e/o spazi esterni ai fini dell’istituzione di un separato Ufficio di Stato civile per la celebrazione di riti civili senza richiedere alcun corrispettivo ai nubendi/contraenti l’unione civile per la celebrazione del rito civile. Le tariffe per la fruizione del servizio di celebrazione di riti civili saranno determinate dalla giunta comunale con successivo atto.

I costi per servizi commerciali all’interno della struttura (p.e. ristorazione, ospitalità e intrattenimento) saranno invece determinati dal proprietario/gestore e rientrano nei rapporti negoziali tra le parti private, rispetto ai quali l’amministrazione comunale è terza ed estranea.

I luoghi proposti dovranno rispondere ai requisiti di seguito elencati:

• essere adeguatamente decorosi e prestigiosi in relazione alla funzione pubblica e istituzionale cui saranno destinati, e comunque confacenti alla solennità della circostanza; garantire, in relazione alle dimensioni e agli spazi, un corretto svolgimento di ogni rito civile rispetto alla capienza massima dichiarata, tenendo presente che lo spazio individuato dovrà essere aperto al pubblico e privo di barriere architettoniche o di altro ostacolo che possa impedire l’accesso e la permanenza in occasione del rito civile; essere adeguatamente arredati e attrezzati per la celebrazione dei riti civili, con la disponibilità di luoghi al coperto dove trasferire la cerimonia in caso di condizioni climatiche avverse, in caso di proposta di sito/locali/area all’aperto.

La manifestazione di interesse, redatta secondo il modello disponibile sul sito, corredata di tutta la documentazione necessaria, dovrà pervenire al Comune di Bari, mediante invio a mezzo pec all’indirizzo: demografici.comunebari@pec.rupar.puglia.it.

La presentazione delle manifestazioni di interesse potrà avvenire durante tutto l’anno.