TOMMY TEDONE

Sei nuove attività commerciali ammesse a finanziamento

Sono terminate le attività del primo nucleo di valutazione finalizzate a valutare le proposte di ammissione a finanziamento relative al bando “Impresa Prossima”, l’iniziativa del Comune di Bari che sostiene l’apertura di nuove attività commerciali di prossimità in città.

Il nucleo di valutazione ha valutato quindici proposte complessive pervenute dalla data di pubblicazione del bando, avvenuta lo scorso 27 novembre: delle dieci proposte progettuali ammesse alla valutazione di merito, sei hanno superato la soglia dei 70 punti prevista dal bando per l’ammissione alla co-progettazione, mentre cinque sono state escluse per mancanza di requisiti da parte dei partecipanti o incompletezza della documentazione.

I responsabili delle sei proposte ammesse saranno impegnati nelle prossime settimane in attività di progettazione di dettaglio, propedeutica alla firma della convenzione con il Comune di Bari e all’avvio del progetto, assieme ai tecnici del job center comunale Porta Futuro.

L’avviso pubblico rientra nel programma per il sostegno all’economia di prossimità in d_Bari 2022-24 e finanzia, con contributi a fondo perduto fino a 50.000 euro, le spese di investimento e avvio della gestione di nuove attività di vicinato che, in cambio, si impegnano a contribuire al progresso dei quartieri in cui decidono di insediarsi.

“Desidero fare i più vivi complimenti ai neocommercianti baresi che hanno superato positivamente la valutazione del nuovo bando Impresa Prossima – commenta l’assessore allo Sviluppo economico Carla Palone -: si tratta prevalentemente di giovani, vista l’età media di 35 anni, equamente distribuiti tra uomini e donne. Hanno scelto di operare in diversi quartieri della città, dal centro alle periferie, e in settori differenti tra loro. Il nostro augurio è che i loro progetti commerciali conseguano dei buoni risultati e, allo stesso tempo, contribuiscano concretamente al progresso della nostra città”.