TOMMY TEDONE

Rivolta al carcere di Foggia, uno dei presunti rsponsbaili preso a San Ferdinando

Deve rispondere dei reati di devastazione e resistenza a pubblico ufficiale in concorso, commessi all’interno della casa circondariale di Foggia nel marzo del 2020, unitamente ad altri detenuti. I carabinieri della Stazione di San Ferdinando di Puglia, hanno dato esecuzione all’ordinanza con la quale veniva applicata la misura cautelare della custodia in carcere a carico di un soggetto, originario di Canosa di Puglia ma residente a San Ferdinando di Puglia, nei cui confronti emergevano gravi indizi di responsabilità.

Dal giugno scorso, il 26enne si era sottratto all’esecuzione del provvedimento rendendosi irreperibile fino alla scorsa serata allorquando, i militari della Stazione di San Ferdinando di Puglia, sono riusciti dapprima ad individuare il ricercato nella piazza del centro cittadino, e successivamente, adottando le opportune cautele del caso, a procedere al suo arresto.