TOMMY TEDONE

Rapina a mano armata in farmacia a Ceglie: preso uno dei malviventi

Arrestato, nella flagranza del reato, uno dei due presunti autori di una rapina a mano armata in farmacia, avvenuta nel quartiere di Ceglie del Campo. Gli accertamenti compiuti nella fase delle indagini preliminari hanno consentito, nell’immediatezza, di trarre in arresto un cittadino albanese di 22 anni. 

L’attività di Polizia Giudiziaria ha tratto origine da una richiesta di intervento urgente al numero di emergenza 113, che riferiva di una rapina a mano armata in corso all’interno di una farmacia in Ceglie del Campo. Sul posto, immediatamente, sono stati inviati gli equipaggi della Squadra Volante e della Squadra Mobile della Questura di Bari, che hanno acquisito le prime informazioni dai testimoni presenti.

Due ragazzi in tuta nera e con il volto travisato avrebbero fatto irruzione nell’esercizio commerciale e, mentre il primo avrebbe raggiunto il retro del bancone per appropriarsi del denaro presente in cassa, urlando a tutti i presenti di stare fermi, il secondo avrebbe impugnato un fucile, puntandolo in direzione del personale e dei clienti.

Non pago del denaro razziato e prima di darsi alla fuga a bordo di una motocicletta di grossa cilindrata, uno dei due rapinatori avrebbe strappato una collanina in oro dal collo di una cliente e cercato di afferrare la borsa di una seconda donna, senza riuscire nel suo intento.

I “Falchi” della Squadra Mobile, sin da subito sulle tracce dei malviventi, hanno intercettato uno dei due sospetti, il cittadino albanese, e recuperato la refurtiva, l’arma utilizzata per commettere il reato – un fucile “Beretta” da caccia, calibro 12 con matricola abrasa – e la potente motocicletta utilizzata per la fuga.

Il 22enne è stato tratto in arresto. Sono tuttora in corso le ricerche del complice, dileguatosi tra le campagne della periferia barese.