TOMMY TEDONE

Primo soccorso, la Regione Puglia attiva un corso di aggiornamento

“Supporto di base alla vita e defibrillazione”, questo il nome del corso che si è tenuto questa mattina e rivolto al personale del Nucleo di vigilanza ambientale della Regione Puglia.

All’apertura dei lavori oltre all’assessore all’Ambiente Anna Grazia Maraschio, sono intervenuti Rocca Anna Ettorre, dirigente della Sezione regionale di vigilanza, Antonio Sanguedolce, direttore Generale della Asl di Bari.

“Questo corso assume un valore simbolico ed è particolarmente importante perché prepara gli appartenenti al Nucleo all’utilizzo di presidi di primo soccorso, nello specifico i defibrillatori, che saranno in dotazione alle vetture di servizio – commenta Anna Grazia Maraschio, assessora all’ambiente – possiamo dire, con estrema soddisfazione, che sono stati proprio gli operatori a chiedere di essere formati per l’utilizzo di questi presidi che possono salvare vite umane.

L’esigenza è nata da un evento drammatico, che ha visto una pattuglia del Nucleo di vigilanza ambientale intervenire subito dopo un incidente stradale con vittime. L’esigenza manifestata dal personale regionale di avere ausili di primo soccorso e di avere un addestramento di base è stata quindi subito accolta da me e dalla dirigente della sezione”.

Questo corso costituisce un’ulteriore tappa nel percorso di formazione del personale regionale Nucleo di Vigilanza Ambientale che quotidianamente svolge attività di presidio del territorio.

La collaborazione tra l’assessorato all’ambiente, la Asl di Bari e Dipartimento Salute della Regione Puglia mostra la consueta sensibilità per queste importanti tematiche che mettono al centro la tutela del personale regionale e dei cittadini pugliesi.

La parte teorica e pratica del corso è stata coordinata dalla dottoressa Franca Errico, responsabile del 118 Asl Bari e responsabile dei corsi di formazione emergenziali. Le lezioni sulla rianimazione cardiopolmonare, l’uso del defibrillatore e le procedure in caso di ostruzione delle vie aree per adulti e lattanti sono state tenute dalla dottoressa Stella Vatinno e dagli infermieri Rocco Paradiso, Anna Potenza e Giuseppe Moreno, tutti della Asl di Bari.