TOMMY TEDONE

Piazza Massari, clamoroso errore sulla targa e nessuno se n’è mai accorto

La targa della foto è posta ovviamente in piazza Massari, precisamente all’angolo con via Giovanni Palatucci. Ovvero, quell’isolato che ospita la sede della Questura di Bari, prima che il prolungamento diventi via Gioacchino Murat.

Ebbene, questa targa contiene un clamoroso errore ed è stata sistemata lì senza che nessuno – evidentemente – l’abbia controllata. Altrimenti se ne sarebbe accorto e l’avrebbe fatta rifare.

Non è stato così per alcuni turisti francesi che l’altro giorno la guardavano incuriositi, tanto da fermarci per chiedere “spiegazioni”. Secondo la targa, infatti, Giuseppe Massari – una figura di grande importanza per la nostra città – ha vissuto solo 23 anni. Sarebbe cioè morto nel 1844, essendo nato nel 1821.

Eppure Giuseppe Massari oltre che politico è stato anche un patriota e un giornalista. Forse troppi impegni da mettere insieme in 23 anni, soprattutto a quell’epoca. Oltretutto, è stato anche deputato dal 1860 alla morte, coltivando l’amicizia di Cavour, del quale appoggiava in pieno la politica.

Quando è morto, dunque, Giuseppe Massari? Nel 1884, ovvero 40 anni dopo quello che è scritto sulla targa della foto. In pratica si è spento a 63 anni e non a 23.

Ovviamente, vogliamo sperare che il Comune corra ai ripari e che faccia sostituire la targa in questione. Non fosse altro per non fare brutte figure con chi viene a visitare la nostra città, mostrando una elementare forma di curiosità che al Comune non hanno. Come è possibile che nessuno si sia posto il problema di controllare? In fondo non c’era tanto da leggere: circoscrizione, nome e cognome, anno di nascita e anno di morte. Poi, volendo, in questi casi una semplice sottrazione sarebbe stato l’incrocio perfetto: 1844 meno 1821 fa, appunto, 23 anni.

Era così difficile?