TOMMY TEDONE

Omicidio Colaianni, in manette anche il presunto complice

In manette un 27enne barese in quanti ritenuto complice del 24enne già sottoposto a fermo di indiziato del delitto di Giovanni Colaianni nella stessa giornata dell’evento, lo scorso 22 giugno.

I carabinieri del Comando Provinciale di Bari, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa, dal GIP di Bari, su analoga richiesta della locale Procura della Repubblica, per omicidio e porto illegale di pistolaa carico del 27enne.

I militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari Centro, anche tramite attività tecniche svolte sul cellulare della vittima e sulla scena del crimine, sono riusciti a collocare sul posto l’indagato il quale, unitamente al complice, aveva minacciato di morte la vittima attraverso un proprio account social.

L’identificazione dell’uomo è stata possibile sia grazie all’analisi approfondita delle immagini di videosorveglianza, che ponevano in risalto un suo peculiare tatuaggio, sia per la corrispondenza che di una sua impronta digitale impressa sulla parte interna del portone condominiale ove risiedeva la vittima. Il 27enne, rintracciato, è ora in carcere di Bari.