TOMMY TEDONE

Nuovi elettrotreni moderni e sostenibili collegheranno Bari e l’aeroporto

Presentati questa mattina nella stazione di Bitonto Centrale di Ferrotramviaria i nuovi elettrotreni Alstom ETR 104, dotati delle più evolute ed efficaci soluzioni tecniche, che andranno gradualmente a completare il rinnovo della flotta con grandissime novità per i viaggiatori e per l’ambiente.

Alla presentazione hanno partecipato l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile della Regione Puglia, Anita Maurodinoia, il Customer Director Alstom Italia, Antonio Cappelli, il direttore generale Trasporto di Ferrotramviaria, Massimo Nitti, i quali hanno viaggiato da Bitonto Centrale a Bari Centrale su uno dei nuovi treni testandone il comfort e la tecnologia.

Si tratta infatti di una tipologia di treno comodo e accessibile oltre che altamente tecnologico. Le carrozze spaziose offrono aree di seduta ampie per i viaggi di media durata tipici del servizio regionale ed interregionale. L’architettura dei treni consente, grazie all’incarrozzamento a raso, un facile accesso ed una fruibilità anche da parte dei passeggeri a mobilità ridotta.

La Regione Puglia e Ferrotramviaria S.p.A. proseguono così nel loro impegno finalizzato nell’aumentare sempre di più il livello di qualità del servizio di trasporto offerto, continuando ad abbassare l’età media del materiale rotabile e rispondendo alle esigenze dei viaggiatori offrendo loro una mobilità integrata e sostenibile, che “guarda” al futuro. I nuovi treni ETR 104 hanno una capacità di trasporto fino al 15% superiore rispetto alla precedente generazione e consentono di trasportare in maniera sicura 8 biciclette di serie nelle dedicate rastrelliere. Essi inoltre rispondono alla politica di sostenibilità ambientale regionale perché realizzati con materiale riciclabile e dotati di sistemi in grado di ridurre i consumi energetici.

I nuovi elettrotreni in arrivo saranno in tutto undici. La consegna dei primi cinque è stata già completata. I restanti sei treni saranno, invece, consegnati con una cadenza di due treni ogni anno nel triennio 2024-26.

Il finanziamento complessivo per la fornitura degli undici treni ammonta a circa 68 M€ di cui 57 milioni di euro a carico della Regione Puglia, per il tramite di fondi ministeriali e dei fondi PNRR e, ulteriori, 11 milioni di euro a carico direttamente della Ferrotramviaria S.p.A. nel rispetto degli impegni contrattuali assunti dalla società con la sottoscrizione del nuovo contratto di servizio in data 30 dicembre 2021.