TOMMY TEDONE

Nella Bat il servizio 118 rinforzato da 198 nuovi autisti e soccorritori

Dal primo dicembre 99 autisti e 99 autisti soccorritori del servizio 118 saranno dipendenti Sanitaservice: ieri c’è stata la firma del contratto alla presenza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, della direttrice generale della Asl Bt Tiziana Dimatteo e dell’amministratrice unica Sanitaservice Annachiara Rossiello.

La firma del contratto di internalizzazione Sanitaservice è l’ultimo tassello di un percorso avviato nell’estate e che è passato attraverso procedure di reclutamento, rispetto delle clausole sociali previste dalle linee guida regionali e la riorganizzazione del servizio su 18 postazioni, fino ad ora gestite in collaborazione con le Associazioni di volontariato.  
“Abbiamo investito milioni di euro nell’internalizzazione del 118, un’operazione importantissima che oggi si completa anche per la Asl Bt dando a questi ragazzi e a queste ragazze una prospettiva di vita più sicura e soprattutto libera da ogni tipo di ricatto occupazionale – ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – quando sono diventato presidente, il servizio 118 in Puglia era essenzialmente basato sul volontariato e, ferma restando la gratitudine verso queste organizzazioni, questo sistema aveva mostrato molti limiti. Il 118 è infatti la porta di ingresso d’urgenza più importante per la salute dei pugliesi, prima questa struttura non era inserita nel servizio sanitario regionale a parità di condizioni con le altre, gli operatori spesso non avevano retribuzioni sufficienti a poter garantire loro una vita dignitosa e a potersi professionalizzare attraverso una formazione identica a quella di tutti gli altri operatori sanitari pugliesi”.
“Questa è una giornata importante che conclude un percorso e dà avvio a una nuova fase per il nostro servizio dell’emergenza- urgenza – dice Tiziana Dimatteo, direttrice generale della Asl Bt – garantiamo il diritto al lavoro di tante e tanti che hanno maturato esperienza e professionalità a servizio del nostro territorio”.
Dal primo dicembre saranno attive anche 27 nuove ambulanze di tipo A per soccorso primario in Emergenza, la cui dotazione è stata gestita in stretta collaborazione con il coordinatore 118 Bat Donato Iacobone: 18 ambulanze saranno operative sulle postazioni dislocate sull’ intera provincia BAT e 9 di back-up o sostitutive. Il costo di ogni ambulanza sostenuto da Sanitaservice è di 155mila euro.

Tutte le ambulanze sono allestite con device di ultima generazione come il ventilatore polmonare, il monitor multi-parametrico, l’ecg-defibrillatore, l’emogasometro, l’ecografo, il massaggiatore automatico esterno (Lucas), l’ecg on line (cardioline) con refertazione in real time dell’elettrocardiogramma, il kit ustioni, il borsone Triage ed il trapano per accesso intraosseo.