TOMMY TEDONE

Nel mese di agosto controlli a tappeto nelle stazioni della Puglia

2.603 persone controllate, di cui 304 con pregiudizi penali, 2 indagati, uno per interruzione di pubblico servizio e l’altro per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, circa 3 gr. di sostanza stupefacente sequestrata, 1.378 bagagli ispezionati, 4 contravvenzioni elevate: questo il bilancio delle due giornate relative all’operazione “Stazioni Sicure”, svolte l’11 e il 28 agosto, che hanno visto impegnati complessivamente 125 operatori della Polizia Ferroviaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise, in 51 scali ferroviari di competenza.

L’operazione “Stazioni Sicure”, promossa e coordinata a livello centrale dal Servizio Polizia Ferroviaria, consiste in controlli straordinari su tutto il territorio nazionale per contrastare attività illecite e per garantire la sicurezza dei passeggeri che usufruiscono del trasporto ferroviario.

L’attività svolta dagli agenti è stata supportata dai più evoluti strumenti tecnologici (smartphone e metal detector) e dalle unità cinofile della Polizia di Stato, con controlli estesi ai bagagli e ai depositi che temporaneamente li custodiscono.

Per quanto concerne il capoluogo barese, le attività di polizia hanno interessato il territorio ferroviario della stazione di Bari Centrale e delle stazioni ferroviarie della Ferrotramviaria S.p.A., delle Ferrovie Appulo Lucane e delle Ferrovie del Sud Est, dove sono state effettuate verifiche e ispezioni nelle sale di attesa, nelle biglietterie, nei sottopassaggi, a bordo dei treni, lungo i marciapiedi di arrivo e partenza dei convogli e negli esercizi commerciali.

L’impianto dei controlli ha contribuito a garantire ai viaggiatori elevati livelli di sicurezza ed una ordinata fruizione del servizio ferroviario, particolarmente interessato, nell’appena trascorso mese, dal maggior flusso di partenze ed arrivi dovuto agli spostamenti dei vacanzieri.