TOMMY TEDONE

Le auto d’epoca conquistano la Fiera del Levante

Old Cars Club e Nuova Fiera del Levante hanno organizzato stamane la prima edizione del memorial Alessandro Ambrosi.

L’idea è nata dalla volontà del presidente Gaetano Frulli e del presidente della Old  cars club Antonio Durso per ricordare il presidente Ambrosi che a lungo si è speso per la presenza della storicità made in Italy sulle due e quattro ruote all’interno della Campionaria.

In questa prima edizione sono state premiate una Fiat 600 multipla del 1963, simbolo del made in Italy e del boom economico di quegli anni, e, tra le due ruote che ben rappresentano le centenarie, una Bianchi P175 del 1923, simbolo di quel ritorno alle competizioni con il grande Nuvolari; pochi ricordano infatti che l’asso della velocità si cimentò anche nel pilotare le due ruote e proprio il binomio Bianchi – Nuvolari si imporrà spesso come vincitore assoluto superando moto e piloti della classe 500.

La “freccia celeste” è stata esposta proprio a 70 anni esatti dalla scomparsa del grande pilota mantovano.

Numerose le auto e le moto presenti nella zona prospiciente l’ingresso Agricoltura, tutte rigorosamente italiane e che hanno ben rappresentato il design nel mondo tra cui prestigiosi esemplari di Alfa Romeo e Fiat Lancia. 

<Le auto sono importanti per noi italiani perché rappresentano la storia del nostro Paese. Inoltre io sono un grande appassionato di auto e Sandro lo era di auto e moto. Quindi è stato facile pensare ad un memorial a lui dedicato, ovvero a colui che ha voluto questa iniziativa e di cui io oggi rappresento il testimone.  Ė importante che una vasta esposizione storica sia presente sia in Campionaria che ad Expolevante. Quindi il nostro augurio, dopo la manifestazione di oggi, è di rivederci alla tradizionale manifestazione della prossima primavera>.