TOMMY TEDONE

Interventi di manutenzione al giardino “Bucci” e al Lascito Garofalo

Interventi manutentivi sui due manufatti candidati al bando regionale sono stati annunciati dall’ assessore Vito Lacoppola. Si tratta di due chioschi (con annessi servizi igienici) di proprietà comunale presenti all’interno del giardino “Mimmo Bucci”, in via Don Bosco al quartiere Libertà, e all’interno dell’area denominata “Lascito Garofalo” a Palese che, dopo i lavori di recupero a cura del Comune, saranno affidati alle associazioni assegnatarie ad esito della partecipazione al bando regionale: per il primo l’associazione Giustizia climatica ora, nata tra gli attivisti dei Fridays for future, con il progetto “Rinascita etnicologica”, e per il secondo MOH, associazione che coordina progetti di volontariato europeo e responsabilità sociale attraverso l’arte, con il progetto “Fuori binaria”.

I lavori di ripristino – che interesseranno opere murarie, impianti elettrici, infissi e servizi igienici oltre agli intonaci e alla nuova tinteggiatura – sono stati quantificati rispettivamente in 17.796,05 euro per il chiosco nel giardino Mimmo Bucci e in 29.357,36 euro per quello del Lascito Garofalo.

Come noto, attraverso lo strumento della co-progettazione, l’iniziativa “Luoghi Comuni” intende promuovere nuove alleanze pubblico-private fra enti pubblici e organizzazioni giovanili del terzo settore, così da creare una piattaforma condivisa per la conoscenza del patrimonio sottoutilizzato a disposizione delle istituzioni pubbliche, supportando al contempo progetti giovanili di innovazione sociale in grado di coinvolgere le comunità locali nei processi di riuso e valorizzazione di quel patrimonio; in tal modo si favorisce l’acquisizione, da parte dei giovani coinvolti, di competenze utili per l’inserimento nel mercato del lavoro in un settore, come quello dell’innovazione sociale, che offre interessanti prospettive di crescita.

“Entrambi i manufatti sono stati oggetto di partecipazione all’avviso regionale Luoghi Comuni – spiega Vito Lacoppola-, ottenendo ciascuno un finanziamento di 40mila euro per le attività di gestione, ma sono necessari piccoli lavori di riattamento che abbiamo deciso di eseguire per far sì che questi due spazi pubblici possano tornare pienamente fruibili. Nel frattempo, con le realtà aggiudicatarie del bando regionale, prosegue il percorso di co-progettazione delle nuove funzioni dei due chioschi, ubicati all’interno di due giardini di quartiere, che si prestano a essere luoghi di aggregazione e che auspichiamo possano diventare presidi di legalità e di comunità animati dal protagonismo giovanile”.