TOMMY TEDONE

Il Pensiero di Tommy – Multare chi ci ha salvati dal Covid è una pazzia che ci fa vergognare

Fate ridere, siete ridicoli! Ridicoli! In questo Paese assistiamo a episodi al limite della follia. Sembra che viviamo in una gabbia di matti e la cosa che lascia senza parole è che nessuno fa nulla, intervenendo a riportare quel buonsenso che dovrebbe guidare la nostra vita come singoli individui e come comunità.

Ma a voi sembra normale che al direttore del pronto soccorso del Policlinico di Bari, Vito Procacci, sia stata comminata una multa da oltre 27mila euro per l’eccessivo numero di ore di straordinario del suo reparto durante il periodo Covid, cioè mentre la gente moriva?

E’ una decisione al limite della demenza. Probabilmente, come qualcuno ha cercato di spiegare, si tratta di un atto dovuto in base alle regole. Ma durante il Covid, quando i medici ed il personale sanitario hanno praticamente vissuta negli ospedali per cercare di salvare più vite umane possibili, eravamo in un periodo ordinario – come adesso – o in una fase straordinaria della vita di tutti noi e del nostro Paese, nel quale tutte le regole erano saltate?

La verità è che chi ha rischiato la vita mettendo da parte tutto il resto, propria famiglia compresa, avrebbe dovuto essere premiato, non multato. E in Paese normale dovrebbero essere cacciati a pedate, e subito, quelli che hanno deciso di multare il dottor Procacci e gli altri medici che come lui hanno dato il massimo.

Nella lettera che il dottor Procacci ha scritto al presidente Mattarella ha spiegato che la sua struttura durante il periodo Covid ha salvato «la vita a circa 8600 pazienti, di cui 1600 ventilati meccanicamente».

Solo di fronte a questi numeri bisognerebbe fare silenzio e ringraziare che a Bari, in Puglia e in Italia vi siano professionisti di tale valore professionale e morale.

Ma probabilmente i “campioni” della burocrazia che hanno deciso e inviato la multa, questi numeri non li conoscono neanche. Loro vivono beatamente bendati nella loro insignificante realtà.

Vergogna: questi personaggi non andrebbero multati, ma licenziati in tronco, visto che non sono in grado di applicare logica e buon senso al proprio operato.

Tommy Tedone