TOMMY TEDONE

I petardi sono pericolosi, la Polizia lo spiega nelle scuole

La Polizia di Stato, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Vittime di Guerra di Bari, in occasione dell’avvicinarsi delle festività Natalizie, ha programmato nei mesi di novembre e dicembre quindici incontri negli Istituti Scolastici di Bari e provincia, interessando complessivamente circa 800 alunni delle scuole elementari, medie e superiori.

Lo scopo del progetto è quello di sensibilizzare i ragazzi relativamente al corretto utilizzo dei “botti” legali e far comprendere loro il pericolo che si corre maneggiando fuochi d’artificio illegali, che non vanno utilizzati.

Gli incontri sono stati tenuti da personale degli Artificieri e dei Cinofili della Questura di Bari, unitamente ai Medici del Policlinico di Bari – reparto Chirurgia Plastica Universitaria Centro Ustioni.

Gli incontri sono stati articolati prevedendo una parte teorica, in cui agli alunni sono illustrati i danni e le lesioni che possono derivare da un uso non corretto dei prodotti legali, ed a maggior ragione da petardi o botti illegali, ed una parte pratica in cui è stato fatto esplodere un “botto” in modalità controllata, simulando gli effetti dannosi su di un manichino.