TOMMY TEDONE

Ha solo 14 anni ma è già considerato un “pericolo pubblico”

Ha solo 14 anni ma è considerato una sorta di pericolo pubblico. Tanto che il questore della provincia di Barletta-Andria-Trani (Bat), Roberto Pellicone, lo ha raggiunto con un provvedimento di avviso orale proprio perché considerato “pericoloso per la sicurezza pubblica”.

Il ragazzino è sotto osservazione da anni. Avrebbe compiuto le prime violazioni del Codice penale fin da bambino, rendendosi protagonista di diversi eventi che mettevano a repentaglio la sicurezza pubblica ed anche l’incolumità delle persone. Così, dopo essere stato ripetutamente segnalato è finito nel mirino della Procura per i minorenni di Bari per ricettazione, furto aggravato e rapina in concorso e per aver aggredito le vittime, come si legge in una nota della questura Bat. Reati peraltro in qualche caso commessi assieme ad altri suoi coetanei da identificare.

Nei suoi confronti è stato applicato per la prima volta nella provincia di Barletta-Andria-Trani il provvedimento dell’avviso orale nel rispetto delle nuove norme inserite nel decreto legge “Caivano” in tema di “misure urgenti di contrasto al disagio giovanile, alla povertà educativa e alla criminalità minorile”.

La violazione del provvedimento comporta l’applicazione di misure più gravi ed anche la sanzione penale da 1.549 a 5.164 euro.