TOMMY TEDONE

Fratelli d’Italia contro Emiliano: “Vergognosa la sua presenza per i nuovi contratti del 118”

“È una bella giornata per 198 autisti e autisti soccorritori del 118, in servizio alla Sanitaservice, che da oggi hanno un lavoro a tempo indeterminato nella Sanità pugliese. Prima un avviso pubblico della ASL BAT che scadeva a giugno scorso, poi il tempo di selezionare i titoli e svolgere gli esami e, quindi, oggi la firma per la sottoscrizione del contratto di lavoro”.

Comincia così la dichiarazione congiunta del Gruppo regionale di Fratelli d’Italia (il capogruppo Francesco Ventola e i consiglieri Luigi Caroli, Giannicola De Leonardis, Antonio Gabellone, Renato Perrini e Michele Picaro), nella quale si critica duramente la “passerella” del presdidnete della Regione, Michele Emiliano, alla firma dei contratti.

Per i consiglieri c’è da chiedersi se si tratta di “una procedura pubblica o politica? Una domanda che sorge spontanea per la presenza del presidente Emiliano al momento della firma a Barletta, così come aveva fatto in campagna elettorale per le Regionali a Taranto. Ribadiamo: cosa c’entra la sua presenza se siamo di fronte all’espletamento di un avviso pubblico? La sensazione sgradevole, e che definiamo senza mezzi termini vergognosa, è che Emiliano sia stato presente per dare un chiaro messaggio elettorale/politico: siete assunti grazie a me! E quindi, conseguentemente il messaggio sottinteso ma non troppo: dovete votare per me o per chi vi dico io! Non vorremmo usare termini che richiamano reati penali, noi siamo garantisti sempre, ma per noi c’è sempre un’opportunità politica e morale che dovrebbe sovrintendere a ogni azione di chi è chiamato a governare una Città, una Regione, il Paese. Ma questo modo di fare, questo voler essere ‘il padrino politico’ di iniziative che dovrebbero rimanere trasparenti ci porta a pensare che Emiliano utilizzi, impropriamente, il lavoro come ‘strumento elettorale’. Lo ribadiamo: per Fratelli d’Italia è vergognoso”