TOMMY TEDONE

Derubavano l’azienda dove lavoravano: bottino da 900mila uro

Derubavano l’azienda per la quale lavoravano. I carabinieri della Compagnia di Modugno hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di tre soggetti ritenuti responsabili di furto aggravato a danno di una grossa azienda, ImmobilTuri, del Comune di Modugno, operante nel settore dell’arredamento.

Il provvedimento scaturisce dall’indagine condotta da personale della Stazione Carabinieri di Modugno a seguito di una denuncia per furto di beni, risalente al mese di aprile dello scorso anno, causando un notevole danno economico.

In particolare, è emerso che due dei tre soggetti, un 32enne ed un 49enne di Bari, approfittando del rapporto lavorativo con l’azienda, e con la complicità di un 33enne di Bari che fungeva da “palo”, si sono appropriati indebitamente di oltre 4.400 elettrodomestici, sottraendoli settimanalmente dal deposito aziendale, per un danno complessivo stimato in circa novecento mila euro.

Il quadro indiziario raccolto dai carabinieri a carico degli indagati è stato condiviso dalla Procura della Repubblica di Bari, che ha avanzato la richiesta di emissione di misura cautelare al Gip che ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti dei tre.