TOMMY TEDONE

Dall’autostrada al porto senza attraversare la città con la nuova camionale

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici nella seduta tenutasi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha dato il via libera al progetto di fattibilità tecnico economica della Strada Camionale di Bari, la nuova arteria stradale che permetterà di collegare il Porto di Bari direttamente con l’Autostrada A14 mediante la creazione di un nuovo casello intermedio tra quelli di Bari-Modugno e Bitonto, raccordando con un percorso di poco più di 10 km anche altri importanti poli strategici quali l’Interporto Regionale, la S.S. 16 tangenziale di Bari, l’Aeroporto Karol Wojtyla e l’intera zona industriale. La Strada Camionale rappresenta un importante completamento della rete infrastrutturale prevista nel Piano Regionale dei Trasporti, consentendo ai traffici pesanti di raggiungere il porto attraverso una viabilità dedicata con il minor impatto possibile sul contesto abitato che attraverserà e con la possibilità di riorganizzare l’assetto dei collegamenti tra le vie di comunicazione dell’intera area metropolitana, alleggerendo le viabilità critiche attraverso una progettazione integrata e interessa i territori di tre comuni: Bari, Modugno e Bitonto. Il Consiglio Superiore, con il suo voto, ha anche espresso alcune osservazioni migliorative sul progetto, delegando la Città Metropolitana di Bari, soggetto attuatore dell’opera, a verificarne l’ottemperanza. Tali migliorie saranno inserite nel progetto definitivo, attualmente in corso di realizzazione così da procedere successivamente, all’inizio dei lavori partire dai primi mesi del prossimo anno. L’opera è stata oggetto di un appalto di gara aggiudicato al Raggruppamento Temporaneo di Imprese formato da Cobar Spa e Europea 92 Spa. L’intervento è stato appaltato attraverso lo strumento dell’Accordo Quadro di durata quadriennale, per un importo complessivo dei lavori di 223 milioni di euro rivenienti da finanziamenti statali con varie delibere CIPE e con Accordi intervenuti con l’Autorità di Sistema del Mar Adriatico Meridionale.

“Il parere favorevole con prescrizioni al progetto di fattibilità tecnico-economica espresso dal Consiglio Superiore dei Lavori pubblici sulla strada camionale di Bari, detta Strada Porta del Levante, dà il via libera a un’opera già interamente finanziata che avrà un impatto positivo sulla viabilità della città di Bari e dell’area metropolitana – ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano -. Su di essa verranno dirottati i mezzi pesanti, garantendo un collegamento diretto tra l’area portuale e l’autostrada A14, la SS 16 e l’area ASI. Questo progetto assicura minore consumo di suolo, una riduzione del traffico e dei disagi quotidiani sulle strade urbane ed extraurbane con aumento della sicurezza stradale e la minimizzazione degli effetti dell’inquinamento acustico. Si tratta inoltre di una infrastruttura fondamentale per lo sviluppo e la promozione dell’araa portuale di Bari”. 

“Il via libera arrivato oggi è un importante passo avanti che ci permetterà finalmente di veder partire i lavori di realizzazione di quest’opera che il territorio attende da anni – commenta il sindaco di Bari Antonio Decaro – Seguiremo da vicino le ultime battute della progettazione esecutiva così da non perdere ancora altro tempo per un’arteria che aumenterà il potenziale dei nostri traffici su gomma offrendo alle imprese un collegamento più sicuro, più moderno ed efficace”.