TOMMY TEDONE

Bari, da sabato 11 novembre oltre 100 eventi per alleggerire il disagio giovanile

Al via il programma di contrasto alla povertà educativa “Diritti alla Pace”, promosso dall’assessorato al Welfare e realizzato dalla Biblioteca dei Ragazzi[e] in occasione del 20 novembre, data in cui ricorre la ratifica della Convenzione internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza ONU.

In considerazione del particolare momento storico il tema principale a cui si ispira l’edizione di quest’anno, a cura della cooperativa sociale Progetto Città, è il Diritto alla Pace purtroppo negato a tanti bambini e bambine nel mondo.

Durante il mese di novembre, dunque, si terranno eventi e laboratori per tutta la città con l’obiettivo di coinvolgere attivamente la cittadinanza, in particolare bambine e bambini, adolescenti e famiglie sui temi della nonviolenza, della convivenza pacifica e della costruzione di orizzonti di pace da esportare simbolicamente in ogni angolo del mondo.

“Diritti alla Pace” mira a contrastare la povertà educativa in un’ottica di welfare culturale generativo e inclusivo, attraverso iniziative volte a informare sulla Convenzione dei Diritti e sulla sua universalità, sensibilizzare sulla mancata affermazione di molti articoli della Convenzione e riscoprire i diritti affermati in città, al fine di costruire nuovi sentieri e pratiche di cittadinanza inclusive.

Pertanto minori e adulti saranno coinvolti in percorsi a carattere socio-educativo e culturale in grado di valorizzare il senso di solidarietà, la collaborazione e la cooperazione tra pari, il rispetto dei diritti umani, della famiglia, della società, della natura e l’abbattimento degli stereotipi di genere, culturali e razziali.

Particolare attenzione sarà prestata al termine “città”, con eventi e attività che attraverseranno il territorio urbano, collegandosi idealmente Italo Calvino, in occasione del centenario della sua nascita, alle sue “Città Invisibili” e a quella raccontata in “Marcovaldo”.

“Sono settimane, giorni, ore dolorose per i bambini e l’intera popolazione di Gaza – commenta Francesca Bottalico -. L’attacco in corso è sempre più violento e incessante, con oltre 10.000 morti accertati. È inumano ciò che sta accadendo e per questo chiediamo con forza, e in tutte le piazze e nei luoghi di potere, che si intervenga affinché cessi immediatamente il fuoco e sia consentito l’accesso al territorio per raggiungere e sostenere la popolazione con interventi umanitari. Qui, intanto, a partire dal nostro quotidiano, continuiamo a coltivare incessantemente la pace, la non violenza e la diffusione della verità: saranno oltre 100 gli eventi di pace promossi dall’assessorato al Welfare nelle piazze, nelle scuole e nei centri sociali in modo da “invadere” ogni angolo della città, con la partecipazione di grandi e piccoli. Non abbiamo intenzione di rassegnarci alla guerra e ai suoi orrori”.

Il programma prevede la realizzazione di specifici percorsi gratuiti per tutti con l’organizzazione di oltre 100 eventi, realizzati con la collaborazione della rete cittadina di enti e organizzazioni del pubblico e privato sociale e con la rete Bari Social Book e ispirati a quattro diritti specifici, “ad avere diritti”, “a essere noi”, “all’immaginazione” e “al futuro”. Nell’ambito di queste aree tematiche sono state programmate attività di formazione e informazione, letture animate e ad alta voce, spettacoli teatrali e di danza, atelier ludico-creativi, presentazioni di libri, proiezioni di film, laboratori audiovisivi e di fumetti, atelier di scrittura e musicali. Le attività avranno luogo in tutti i quartieri della città di Bari attraverso il coinvolgimento delle sedi dei servizi del welfare cittadino.

Nei giorni 11, 16, 18, 23 e 25 novembre si terrà in Biblioteca dei Ragazzi[e], nel parco 2 Giugno, una rassegna cinematografica di fiction e film d’animazione sul tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: il giovedì sarà dedicato alla fascia di età 11-16 anni, mentre il sabato ai piccoli dai 4 ai 10 anni.

Tutti i martedì di novembre, alle ore 17.30, avrà luogo “Diritti alle storie”, sempre nella Biblioteca dei Ragazzi[e], con letture ad alta voce di albi illustrati per bambini dai 3 ai 6 anni e famiglie, tratte dai libri selezionati dal catalogo del programma nazionale Nati per Leggere.

Il 18 novembre, dalle ore 15 alle 19, nell’Urban Center comunale, sarà possibile visitare “La città è visibile”, un’installazione ludico-artistica interattiva ispirata alle “Città Invisibili” di Italo Calvino: bambini e famiglie potranno costruire una città immaginaria ma possibile, simbolo di accoglienza, di una comunità inclusiva che si reinventa e si prende cura di sé. Contestualmente si terranno letture ad alta voce sul tema dei diritti e reading a cura di Roberto Petruzzelli su “Marcovaldo” di Italo Calvino.

Il 19 novembre, invece, sarà possibile salire a bordo del “Trenino della Felicità” alla scoperta del territorio e dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza esercitati in città, con fabulazioni teatrali e letture (per partecipare a uno dei tre percorsi in programma, in partenza alle ore 10, 11 e 12 dal lungomare Imperatore Augusto, altezza piazza del Ferrarese, sarà necessaria la prenotazione alla mail dirittibiblioteca@gmail.com).

Il 20 novembre, ore alle 10, nell’Urban Center, l’iniziativa “Mille lingue per città di pace” allieterà i partecipanti con letture bilingue realizzate in collaborazione con le comunità straniere del territorio e con la valigia del progetto “Mamma Lingua”, Aib e Regione Puglia.

Il 29 novembre, alle ore 18, in Biblioteca dei Ragazzi[e] si terrà la presentazione del libro “La casa di tutti. Biblioteche e città”, editori Laterza, con la partecipazione dell’autrice Antonella Agnoli e dell’assessora al Welfare Francesca Bottalico: sarà l’occasione per fare il punto con docenti, bibliotecari ed educatori sul tema della promozione di presidi multidimensionali che rispondano alle necessità quotidiane e affrontino questioni fondamentali per il benessere delle persone.

Il 30 novembre, infine, sarà organizzata una giornata di informazione e narrazione di esperienze dei minori nei Centri servizi per le famiglie, con la partecipazione della Tutrice civica per la tutela dei diritti dell’infanzia del Comune di Bari, Silvana Calaprice.

Per tutto il mese di novembre, inoltre, cento libri in 14 lingue diverse saranno disponibili per la consultazione nella Biblioteca dei Ragazzi[e].