TOMMY TEDONE

Avviati i lavori di riqualificazione in via Livatino, a Carbonara

Sono iniziati ieri gli interventi di riqualificazione di via Livatino, a Carbonara, nel territorio del Municipio IV, finanziati per 503.570 euro con fondi del PON Metro.

Il progetto riguarda non solo la riqualificazione dell’attuale sede stradale, di proprietà comunale, ma anche il prolungamento della stessa via, obiettivo per il quale si dovrà procedere a una serie di espropri. Nel dettaglio, i lavori già appaltati nella forma di accordo quadro per la loro interezza, prevedono l’adeguamento della sede stradale nel tratto compreso tra viale Menichella e vicinanze stradella Don Ciccio, attraverso il rifacimento totale delle pavimentazioni stradali, previa scarifica e bitumazione dei piani viabili; l’installazione di apposita nuova segnaletica – orizzontale e verticale – e la realizzazione di nuovi stalli per la sosta; il miglioramento dell’accessibilità attraverso l’esecuzione di nuovi percorsi pedonali e la sistemazione di quelli esistenti nel rispetto del PEBA (Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche); l’adeguamento del tracciato viario con la realizzazione di una nuova area a parcheggio nella parte sud di via Rosario Livatino (verso il raccordo con stradella Don Ciccio); la realizzazione di un impianto di raccolta delle acque meteoriche nel tratto interessato dai lavori, unitamente al rifacimento di un tratto di fogna nera obsoleto e irrimediabilmente compromesso che, ricadendo nella porzione di area privata interessata da procedura espropriativa, sarà sostituito con uno nuovo ad opera di AQP e annesso così alla rete pubblica di fognatura nera, circostanza che verrà avviata nei prossimi mesi dopo l’avvio delle procedure espropriative indispensabili allo scopo.

“Si tratta di un intervento molto atteso dai residenti, specie nell’ultimo tratto – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -, grazie al quale procederemo alla riqualificazione e contestuale esecuzione delle opere di urbanizzazione primaria in questa strada di Carbonara, che da tempo attendeva una sistemazione sia sotto il profilo della viabilità sia per quanto riguarda gli spazi pedonali e di parcheggio, sia ancora per evitare che in occasione di forti piogge si creino ristagni d’acqua, essendo via Livatino a tutt’oggi sprovvista di un impianto di raccolta delle acque meteoriche. Contestualmente all’avvio di questo primo contratto attuativo, riferito alla porzione di strada già di proprietà comunale, gli uffici competenti stanno effettuando le procedure di esproprio necessarie per conseguire il prolungamento della strada che, nelle previsioni programmatiche, contiamo già di cantierizzare nei prossimi mesi previa sostituzione del tronco di fognatura nera ad opera di AQP; a questo seguirà un secondo contratto attuativo con il medesimo appaltatore, grazie al quale saremo in grado di realizzare l’intero intervento progettato, conseguendo la riqualificazione di un’area periferica densamente abitata che attende questi lavori da tanto tempo”.