TOMMY TEDONE

Assegnazione case popolari, in pubblicazione la nuova graduatoria

E’ in pubblicazione, a questo link, il bando per la formazione della nuova graduatoria per l’assegnazione in locazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

I cittadini interessati all’assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica possono quindi presentare domanda nei termini e secondo le modalità previste dall’avviso.

Le domande presentate entro la scadenza prevista (11 aprile 2024) verranno istruite dagli uffici della ripartizione per la formazione della nuova graduatoria. Conseguentemente, la graduatoria del 2018 scadrà appena pubblicata la nuova: pertanto i cittadini interessati, già inseriti nella graduatoria 2018, dovranno presentare una nuova domanda.

Tra i requisiti di accesso richiesti a chi fa domanda (specificati dall’avviso come pure la modalità di attribuzione dei punteggi): la residenza o la sede dell’attività lavorativa esclusiva nel Comune di Bari; non essere proprietari di appartamento adeguato al proprio nucleo familiare né in Italia né all’estero; non avere già ottenuto l’assegnazione di alloggio realizzato con contributi pubblici o l’attribuzione di precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da enti pubblici; non risultare occupanti senza titolo di alloggio Erp (ai sensi dell’art. 20 co. 1 della L.R. n. 10/2014). A tal proposito si precisa che, ai sensi dell’art. 5 co. 1bis della L. n. 80/2014, i soggetti che occupano abusivamente alloggi di edilizia residenziale pubblica non possono partecipare alle procedure di assegnazione di alloggi della medesima natura per i cinque anni successivi alla data di accertamento dell’occupazione abusiva.

La soglia di reddito del nucleo, riferita all’ultima dichiarazione fiscale, reddito 2022 presentato nel 2023, dev’essere inferiore ai 15.250 euro.

“Il nuovo bando è stato redatto confermando alcune novità introdotte per la prima volta con l’analoga procedura del 2018 – commenta l’assessore al Patrimonio Vito Lacoppola – quali il riconoscimento di un punteggio in favore dei soggetti ospiti delle Case di comunità del Welfare comunale o dei nuclei che si sono visti assegnare temporaneamente alloggi precari in emergenza abitativa. Una scelta che risponde alla volontà di continuare a sostenere le fasce più deboli della popolazione anche a fronte dell’aggravarsi, negli ultimi anni, del disagio economico e abitativo vissuto da molte famiglie a causa di una serie di circostanze, prima tra tutte la pandemia, quindi la crescita dell’inflazione legata ai conflitti in atto.

Rispetto alla graduatoria ancora in vigore (2020), che contava 1300 beneficiari, sono circa 500 gli alloggi assegnati nel frattempo, di cui 130 di nuova realizzazione; le restanti assegnazioni sono riconducibili invece al rilascio degli alloggi a seguito del decesso o trasferimento dei precedenti assegnatari o al recupero degli immobili grazie all’intervento della Polizia locale in caso di occupazioni abusive.

Con riferimento al nuovo bando, è prevista la realizzazione di circa 80 nuovi alloggi di ERP tra Japigia e Sant’Anna, la cui costruzione è in capo in parte ad ARCA Puglia in parte direttamente al Comune, mentre grazie all’impegno degli uffici competenti proseguiremo l’azione di monitoraggio e controllo degli alloggi che nel frattempo dovessero liberarsi per procedere alle assegnazioni secondo graduatoria.

Per avere un’idea dei tempi, però, è bene precisare che la graduatoria ad esito di questo nuovo bando entrerà in vigore solo al termine della valutazione dei ricorsi amministrativi che eventualmente verranno proposti (sul bando 2018 furono 400 i ricorsi esaminati dalla commissione regionale ERP), e che pertanto la graduatoria attuale resterà in vigore fino ala pubblicazione della graduatoria definitiva del bando pubblicato questa mattina”.

Le domande per la partecipazione al bando devono essere presentate, pena esclusione, entro le ore 12 dell’11 aprile 2024, in uno dei seguenti metodi: PEC: la domanda dovrà essere inviata via PEC all’indirizzo bandierp.comunebari@pec.rupar.puglia.it dal richiedente o da un suo delegato allegando tutta la documentazione richiesta in formato pdf. In caso di invio tramite un delegato, alla PEC dovrà essere allegato il documento di delega alla trasmissione firmato dal richiedente e il documento di riconoscimento del delegato.

Raccomandata A/R: la lettera raccomandata A/R dovrà essere indirizzata a “Agenzia per la Casa – Ripartizione Patrimonio – via Archimede, 41/A – 70126 Bari” e dovrà riportare la seguente dicitura: “Bando N.1/2024 per assegnazione in locazione semplice di alloggi di E.R.P.”; farà fede la data e l’ora riportata sul timbro postale di spedizione.

Consegna a mano: la domanda dovrà essere depositata direttamente presso l’Agenzia per la Casa – Ripartizione Patrimonio – via Archimede, 41/A – 70126 Bari.

Per informazioni sulle modalità di compilazione è possibile rivolgersi presso: lo sportello Agenzia per la Casa presso la Ripartizione Patrimonio – P.O.E.Q. Edilizia Residenziale Pubblica – viale Archimede n. 41/A – Bari, il martedì dalle ore 9 alle 12 e il giovedì dalle ore 15.30 alle 17; le sedi dei sindacati dell’inquilinato, nelle quali sarà anche possibile effettuare la compilazione della domanda.

Le domande di partecipazione al bando possono essere scaricate, oltre che sulla pagina dell’avviso, anche dalla sezione tematica Casa e Patrimonio del portale del comune di Bari all’indirizzo https://www.comune.bari.it/web/casa-e-patrimonio

Nei moduli di partecipazione è contenuto un questionario cui ciascun concorrente, per le parti che lo interessano, è tenuto a rispondere con esattezza. Il questionario è formulato in autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, con riferimento ai requisiti di ammissibilità al concorso e al possesso delle condizioni che danno diritto all’attribuzione dei punteggi. Si specifica che il richiedente deve apporre la firma autografa sul modulo e allegare un documento d’identità in corso di validità, a pena di esclusione.