TOMMY TEDONE

Arriva un nuova piattaforma per erogare servizi a cittadini ed imprese

Presentata la nuova piattaforma web che il settore Polizia annonaria, Ecologia e Attività produttive utilizzerà d’ora in avanti per consentire a cittadini e imprese di inoltrare istanze in modo diretto e immediato.

Il Comune di Bari ha infatti tra i suoi obiettivi di mandato quello di supportare cittadini e imprese con servizi sempre più performanti e accessibili che facilitino il rapporto con la Pubblica amministrazione. In questi anni, sono stati numerosi i servizi digitali introdotti per velocizzare e semplificare l’accesso alle informazioni e alle pratiche di competenza del Comune di Bari. In questo scenario si inserisce la piattaforma Autorizzo.com attraverso la quale il Settore Polizia Annonaria, Ecologia e Attività Produttive gestirà le istanze di autorizzazioni di partecipazione a fiere e mercati, richieste di occupazione di suolo pubblico, licenze e altri tipi di richieste.

Gli operatori economici d’ora in poi potranno così inviare la propria istanza telematicamente e verificare il processo di elaborazione della stessa in ogni suo passaggio, con possibilità di effettuare integrazioni all’interno della loro pratica on-line. Al termine dell’istruttoria e dei pagamenti dei tributi dovuti, l’utente riceverà direttamente sul suo pc, smartphone o tablet il titolo rilasciato, senza la necessità di recarsi negli uffici comunali per ritirarlo.

Nel corso della presentazione, alla quale è intervenuto anche Nicolò Calamita della società sviluppatrice Gestione Servizi, sono stati illustrati alcuni dei servizi disponibili erogati attraverso la nuova piattaforma, tramite interfacce coerenti, fruibili e accessibili e con flussi di informazioni al cittadino il più possibile uniformi, trasparenti e orientati all’utente.

La piattaforma consentirà anche di somministrare rilevazioni di customer satisfaction immediate sulla qualità dell’offerta, in modo da poter correggere e migliorare gli standard dei servizi erogati, con la collaborazione diretta degli stakeholder.

“La nostra amministrazione prosegue il suo impegno per una sempre maggiore digitalizzazione dei servizi pubblici – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo economico Carla Palone -. Oggi compiamo un altro passo importante di questo processo innovativo, con una piattaforma web con la quale cercheremo di avvicinarci ai cittadini e agli operatori economici per ridurre i tempi della burocrazia su istanze importanti come quelle relative alle autorizzazioni a partecipazione a fiere e mercati, le richieste di occupazione di suolo pubblico e altri tipi di atti. Sono molto contenta di questo risultato, e ringrazio tutte le strutture e gli uffici coinvolti, anche per lo sforzo di formazione necessario alla gestione di questo percorso. Diamo quindi il benvenuto ad Autorizzo.com nella città di Bari, convinti di poter mettere in campo un servizio che, nei prossimi mesi, diventerà sempre più utile ed efficiente. Il primo test importante sarà la gestione delle autorizzazioni per la sagra di San Nicola, per la quale a breve sarà pubblicato il bando”.

“Questa piattaforma ci permetterà di velocizzare la parte burocratica relativa alle pratiche amministrative che gli uffici gestiscono, consentendo allo stesso tempo a cittadini e imprese di presentare istanze in modalità digitale e di ricevere direttamente, sulla stessa piattaforma, i titoli autorizzatori – ha commentato il dirigente della Polizia annonaria Michele Cassano -. Parliamo, quindi, di un processo di semplificazione che farà risparmiare tempo e denaro agli utenti. Con la digitalizzazione delle pratiche i cittadini potranno, inoltre, monitorare in tempo reale lo stato delle proprie istanze, senza doversi rivolgere fisicamente gli uffici. Da parte nostra, invece, crediamo sia un importante percorso di trasparenza nei confronti degli operatori anche in vista di appuntamenti di grande rilevanza economica che ormai la città di Bari organizza periodicamente. Il sistema, inoltre, permette anche di registrare i pagamenti effettuati con sistemi innovativi come pagoPA, così da abbattere i tempi e il ricorso a qualsiasi tipo di supporto cartaceo. Questo strumento sarà anche a disposizione della Polizia annonaria, che potrà così monitorare in tempo reale lo stato di pagamento dei tributi dovuti per le attività svolte dagli utenti”.