TOMMY TEDONE

All’asilo nido “Costa” di San Girolamo tutto pronto per il nuovo anno

Sopralluogo presso l’asilo nido Costa, nel quartiere San Girolamo, per verificare lo stato dei lavori, ormai alle battute finali, finalizzati al miglioramento e alla razionalizzazione degli ambienti e all’aumento della capienza del servizio. Presenti gli assessori ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, e alle Politiche educative, Paola Romano.

Nel corso del cantiere la porta d’ingresso è stata spostata sul lato destro in modo tale da rendere l’ambiente destinato all’accoglienza dei piccoli più raccolto, mentre il vecchio atrio d’ingresso è stato riconvertito in uno spazio polifunzionale utilizzabile anche contemporaneamente da tutti i bambini.

È stata anche ricavata una stanza aggiuntiva dedicata al riposo dei più piccoli, mentre la segreteria è stata dislocata in una posizione più defilata. Modifiche sono state apportate anche ai servizi igienici con l’aumento del numero dei lavandini.

Lo spazio esterno, infine, è stato interessato da piccoli interventi, finalzzati a migliorare l’area ludica esistente.

“Gli interventi edilizi sono quasi terminati – ha dichiarato Giuseppe Galasso -. Mancano solo alcuni lavori di dettaglio e finitura che saranno ultimati nei prossimi giorni. A completamento delle lavorazioni, verosimilmente nel periodo natalizio, approfittando della sospensione delle attività, contiamo di poter montare dei climatizzatori per lo spazio polifunzionale ricavato dallo spostamento della porta d’ingresso. Grazie a questi interventi manutentivi, realizzati nell’ambito degli appalti accordi quadro in essere per le manutenzioni, per un importo di circa € 15.000 €, l’asilo nido Costa sarà certamente uno spazio più funzionale e adeguato alle esigenze degli alunni e del personale educativo”. “Parallelamente ai lavori per la realizzazione dei nuovi 11 asili nido – ha affermato Paola Romano – nel corso della stagione estiva abbiamo portato avanti importanti lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici ed educativi. Qui all’asilo Costa, ad esempio, su suggerimento degli educatori, che vivono lo spazio e conoscono meglio i bisogni dei piccoli, è stata modificata la posizione dell’ingresso in modo tale da trasformare l’atrio in una grande area giochi e ricavare una stanza in più che ci consentirà di ospitare un numero maggiore di bambini della fascia medi, scorrendo così la graduatoria. Tutti i lavori termineranno per l’inizio dell’anno scolastico consentendoci così di accogliere nel miglior modo possibile alunni e insegnanti”.