TOMMY TEDONE

Al quartiere Libertà torna il Centro di Salute Mentale

Come annunciato dalla ASL Bari, il quartiere Libertà potrà contare nuovamente su un Centro di Salute Mentale: sorgerà in via Davide Lopez 24, nello stesso immobile che il Comune di Bari ha messo a disposizione della ASL per la realizzazione di una delle cinque Case della Comunità destinate al capoluogo e della Centrale Operativa Territoriale (COT). Il servizio sarà allocato in un’area dell’immobile di circa 800 metri quadri valutata positivamente dall’area tecnica della ASL sia in relazione agli ambienti sia per quanto riguarda gli standard di sicurezza ottenibili.

“Dopo una serie di sopralluoghi effettuati con la struttura tecnica della ASL nei locali in via Lopez già messi a disposizione dell’azienda sanitaria da parte dell’amministrazione comunale nell’ambito del piano delle Case della Comunità finanziato dal Pnrr – commenta l’assessore al Patrimonio Vito Lacoppola -, finalmente è stata sciolta la riserva circa la possibilità di insediare in quegli stessi locali il Centro di Salute Mentale del quartiere Libertà, chiuso ormai da tempo dopo il tragico avvenimento che costò la vita alla dottoressa Paola Labriola. Per noi si tratta di un risultato importante, richiesto formalmente all’atto del convenzionamento, che ci permetterà, grazie alla disponibilità della ASL Bari, di riportare in un quartiere popoloso come il Libertà un servizio di grande rilevanza per i cittadini. La cura della salute mentale oggi permette al sistema sanitario di prevenire patologie e disagi, soprattutto in contesti caratterizzati da fragilità e marginalità sociale. Di qui la nostra richiesta di valorizzare al meglio l’immobile messo a disposizione della ASL inserendo anche questo servizio fondamentale che da tempo mancava al quartiere”.