TOMMY TEDONE

A Santo Spirito ben avviati i lavori di riqualificazione del lungomare

Sopralluogo a Santo Spirito questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, per verificare l’andamento dei lavori in corso per la riqualificazione del lungomare e dell’area del porto.

In queste ore, nell’area prossima alla torre, sono in corso le operazioni di smontaggio di una parte delle pensiline del mercato del pesce, un intervento che si è scelto di realizzare in diversi momenti per permettere ai pescatori di continuare a lavorare nelle restanti pensiline ubicate nella zona più vicina a corso Umberto, di fronte a piazza San Francesco.

Una volta terminato questo intervento di smontaggio, inizieranno le lavorazioni di scavo e predisposizione per la posa in opera sia di condotte fognarie sia delle vasche di trattamento delle acque meteoriche. Contestualmente si procederà al rimontaggio delle coperture del mercato del pesce – nel frattempo rigenerate con la sostituzione delle componenti lignee compromesse e altre parti meritevoli di sostituzione – che torneranno ad essere funzionali oltre che esteticamente più gradevoli.

Come previsto dal progetto, cambierà la disposizione delle pensiline che non saranno più parallele ma ortogonali alla strada, in modo tale che il nuovo mercato ittico risulti più raccolto e meno dispersivo dell’attuale, nonché più confortevole e funzionale sia per gli operatori sia per i fruitori, in quanto non costituirà più una barriera visiva verso il mare per tutti coloro che percorreranno o fruiranno del nuovo spazio pubblico riqualificato.

“I lavori del nuovo lungomare di Santo Spirito procedono – commenta Giuseppe Galasso -, seppure con un lieve ritardo dovuto al fatto che le prime lavorazioni sono state oggetto di una serie di verifiche, specie per la validazione dei materiali da parte della Soprintendenza e per alcune sopravvenienze prontamente risolte dai tecnici comunali. Oggi il primo tratto di lungomare, quello di fronte alla Torre in corrispondenza della radice del molo di Levante, è quasi completo: sono visibili i cordoli in pietra, i masselli autobloccanti con le campiture colorate approvate dalla Soprintendenza e i nuovi pali della pubblica illuminazione. Mancano solo alcuni corpi illuminanti che arriveranno nelle prossime settimane unitamente agli alloggiamenti che ospiteranno le alberature: appena completato, verranno rimosse le transenne e quel tratto del nuovo lungomare sarà riaperto all’uso del pubblico nella sua nuova veste, con un marciapiede molto più ampio sul lato terra, che consentirà alle attività commerciali di attrezzare sedute e tavolini all’esterno e, a chi lo vorrà, di vivere il lungomare di questo bellissimo quartiere di Bari in un contesto più sicuro e piacevole. Anche la strada diventerà molto più funzionale, con la definizione degli spazi pedonali e ciclopedonali, grazie alla realizzazione di una pista ciclabile lunga circa 500 metri sul lato mare”.