TOMMY TEDONE

A Japigia è quasi pronto il campo di calcio dedicato a Mirko Variato

Questa mattina l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, accompagnato dal presidente del Municipio I Lorenzo Leonetti e da alcuni consiglieri municipali, ha effettuato un sopralluogo presso il campo da calcio “Mirko Variato”, nel quartiere Japigia, dove è in via di conclusione il cantiere per la riqualificazione dell’impianto sportivo finalizzato all’adeguamento alle norme previste dal CONI.

“I lavori sono giunti quasi al termine – ha dichiarato Pietro Petruzzelli -. Purtroppo la rimodulazione degli interventi previsti inizialmente ha fatto slittare la consegna dei lavori, che verosimilmente avverrà entro fine mese. In questi giorni l’azienda è alle prese con il blocco degli spogliatoi, che sono stati redistribuiti in maniera più razionale. Nei prossimi giorni i nuovi corpi illuminanti con tecnologia a led saranno posizionati sulle nuove torri faro. Mi rendo conto che in questo momento le società sportive stanno vivendo dei disagi perché contestualmente sono in corso i lavori per il nuovo manto erboso sui campi da calcio nei quartieri San Paolo e San Pio, ma molto presto questi impianti saranno nuovamente a disposizione delle squadre della città”.

“Sono quasi terminati i lavori che renderanno l’impianto Mirko Variato un centro calcistico aperto e accessibile a tutti, dove sarà possibile giocare e assistere alle gare calcistiche fino alla categoria Eccellenza – ha proseguito Lorenzo Leonetti -. Grazie a un finanziamento del Credito sportivo, abbiamo potuto riqualificare il blocco degli spogliatoi, sostituire il manto in erba sintetica, installare il nuovo impianto di illuminazione e realizzare una tribuna in muratura. Il campo Mirko Variato è un impianto di riferimento per i nostri ragazzi: su questo campo, che si trova in un quartiere periferico, in tanti sono cresciuti con i principi e le sane regole che si imparano giocando di squadra”.

Gli interventi per la riqualificazione del campo Mirko Variato previsti dal progetto, finanziato dal Credito sportivo per 998mila euro (integrati in un second o momento con 82mila euro necessari per eseguire alcune variazioni progettuali), sono i seguenti: allargamento della superficie di gioco fino a raggiungere le dimensioni finali di 100x60m; adeguamento della recinzione del campo secondo norme approvate dalla Lega Nazionale Dilettanti, di altezza pari a 2,20 m e completa di estensione anti-scavalco; predisposizione dell’impianto di illuminazione; interventi di natura edile e impiantistica finalizzati all’adeguamento normativo del blocco servizi riservato agli atleti, in particolare con la ridistribuzione degli spogliatoi in modo tale da ottenere spogliatoi distinti per le due squadre e gli arbitri, completi di zone bagni e docce; realizzazione della tribunetta per il pubblico; adeguamento delle uscite di sicurezza per il pubblico ammesso ad assistere alle competizioni secondo le norme vigenti al fine di consentirne il deflusso; realizzazione dei servizi di supporto all’area spettatori (biglietteria, bagni, ecc.).