TOMMY TEDONE

A Bisceglie tre arresti per spaccio di cocaina in pieno centro

Due uomini e una donna tratti in arresto e sequestro di oltre 100 grammi di cocaina, nel centro di Bisceglie. E’ il bilancio di una una mirata attività di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti dei finanzieri del Comando Provinciale di Barletta.

In particolare, una pattuglia del Nucleo Mobile della Compagnia di Trani eseguiva a bordo di un’auto condotta da un uomo in compagnia di una donna, un’ispezione a seguito della quale veniva rivenuto, occultato sotto la tappezzeria, un barattolo di plastica contenente 80 “palline” di cellophane contenenti cocaina pronta all’uso.

La successiva perquisizione domiciliare, eseguita con l’ausilio della neo istituita unità cinofila in forza al Gruppo Barletta, ha consentito il ritrovamento e il sequestro presso l’abitazione della donna, di una ulteriore “riserva” di polvere bianca, ancora da tagliare, di un bilancino di precisione e di un dispositivo elettronico “disturbatore di segnale”, molto probabilmente utilizzato per neutralizzare eventuali microspie per le intercettazioni ambientali.

Il fiuto del cane antidroga Darin, meticcio femmina di 8 anni, e del suo “amico” conduttore ha permesso di scovare un involucro di cocaina sotterrato nel giardino dell’abitazione costituito da numerosi strati di alluminio e cellophane: barriere olfattive assolutamente inefficaci per il fiuto dell’animale.

Il valore complessivo dello stupefacente, destinato alla vendita al dettaglio durante la movida del week-end delle località del Nord Barese, è stimato intorno ai 20000 euro. Il conducente della vettura ed il convivente della donna sono stati associati alla casa circondariale di Trani mentre la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari; la Procura di Trani ha chiesto la convalida dell’arresto dei tre e l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere per i due uomini e degli arresti domiciliari per la donna. Il tribunale di Trani ha disposto in conformità, convalidando l’arresto e adottando le misure richieste.